Il Web va a corrente e la stiamo esaurendo

È un pensiero mortificante, ma come web professionals, niente di quel che creiamo esiste quando manca la corrente. Aumentando il numero di device nel mondo, pianificando un web delle cose connesse nella speranza di sconfiggere la povertà, di rendere gratuita l’istruzione e di fare in modo che i nostri frigoriferi ci diranno che abbiamo finito la lattuga, non vogliamo ammettere che abbiamo una quantità esigua di combustibili fossili per poter mantenere a lungo lo stato attuale. I Web designer devono essere parte della soluzione e la situazione non è così disperata come si potrebbe pensare. Dorian Peters ci mostra come possiamo esercitare il sorprendente potere che risiede nelle decisioni di design apparentemente piccole per aiutare il nostro settore non solo a sopravvivere, ma anche a creare un impatto positivo in tutto il mondo.

Definire una vision: assicurarsi che il proprio lavoro sia importante

Quando un architetto progetta una struttura, è discretamente sicuro che il suo lavoro durerà per decenni, forse anche secoli. Qui sul web, non siamo così fortunati. Sapendo quanto possano essere provvisorie le nostre creazioni digitali, come possiamo garantire importanza al nostro lavoro? Definendo la visione dell’azienda. Non riguarda solo il consolidamento di una mission però. Russ Starke ci mostra come possiamo aiutare le aziende a creare una storia dettagliata dei loro futuri successi e come tale storia possa fungere da bussola sia per l’azienda che per i suoi clienti.

Portare a termine il lavoro con una strategia post-rilascio

Gli studi di design hanno tradizionalmente lavorato con il modello lancia e scappa: si studia il problema riguardante gli affari di un cliente, gli si trova una soluzione composta da design, UX e content strategy, si inseriscono dei template in un CMS, si prendono i soldi e si scappa. Nonostante abbiamo passato anni a rifinire le nostra capacità in ambito web e UX, non abbiamo mai dato troppo peso a cosa succede qualche mese dopo la consegna di un sito. Se vogliamo davvero aiutare il cliente le cui conversion stanno scendendo, è ora di adottare una strategia post-rilascio e smetterla di pensare a questa come a un insieme di trucchi SEO vergognosi staccati dal nostro lavoro. Aaron Mentele condivide con noi il modo in cui il suo piccolo boutique studio ha assunto un digital strategist e quali benefici ne hanno ricavato sia lo studio sia i suoi clienti.

Progettare servizi oltre lo schermo

State facendo il redesign del sito web di una compagnia aerea, ma chi sta progettando le macchine per il check-in, i sistemi CRM usati dallo staff del call center, il materiale cartaceo o le policy a cui deve aderire il personale di bordo? Che vi piaccia o meno, questi canali fanno parte della user experience generale. Di per sé, il vostro sito web o la vostra app per mobile potrebbero essere grandiosi, ma i clienti fanno esperienza dei servizi nella loro totalità e i loro giudizi si basano su quanto tutto funzioni bene insieme. Imparate a progettare oltre lo schermo, creando degli artefatti visuali e tangibili che possono essere esperiti e testati, così da poter creare un ponte tra business e design.

Capisci cosa intendo? – Extended

Nota dall’editore: quello che segue è parte di un estratto dal libro di Kevin Cheng See What I Mean: How to Use Comics to Communicate Ideas. Torna all’articolo Torna all’articolo

Capisci cosa intendo?

Siamo lieti di condividere un estratto dal nuovo libro di Kevin Cheng See What I Mean: How to Use Comics to Communicate Ideas, disponibile presso Rosenfeld Media.

Usabile ma inutile: perché a tutte le aziende serve la product discovery

Brasilia è una città decisamente bizzarra: una gemma dell’architettura creata per essere la città sfavillante del Brasile, che adesso è nota per essere violenta piena di criminalità e traffico, perché gli architetti che l’hanno creata non hanno pensato ai circa tre milioni di abitanti che ci avrebbero vissuto. Questa miopia echeggia anche nel panorama del web di oggi, dove vediamo monumenti eretti non per i propri utenti ma per le persone che li hanno creati (e per i vice-presidenti che li ricercano). Però non deve per forza essere così: Rian van der Merwe ci mostra come scoprire prima di creare.

Product management per il web

Sia che stiamo prototipando, scrivendo, progettando, sviluppando o testando come parte di un processo di creazione del web, stiamo realizzando qualcosa che verrà utilizzato da centinaia, migliaia o addirittura milioni di persone. Ma come possiamo essere sicuri che stiamo apportando le giuste migliorie al web, al momento giusto e per gli utenti giusti? Perché ce l’ha chiesto il nostro cliente o il nostro capo? E loro come lo sanno? Addentriamoci nel product management per il web, che da una parte riempie il vuoto tra la leadership e gli utenti e dall’altra tra i team di user experience, di content strategy, di design e di sviluppo. Impariamo a impostare delle priorità che gradualmente ma progressivamente rendono il nostro prodotto (e il web) migliore.

Per un Web Future-Friendly

È ora di andare verso un web future-friendly. L’attuale panorama dei device con cui si accede a internet è una pletora di desktop, laptop, netbook, tablet, feature phone, smartphone e altri, ma questo è solo l’inizio. Il ritmo rapido a cui cambia la tecnologia sta aumentando e i nostri attuali processi, standard ed infrastrutture stanno rapidamente raggiungendo il loro punto di rottura. Come possiamo gestire la crescente diversità di device e la decrescente durata dell’attenzione? Brad Frost di futurefriend.ly ci spiega in che modo questa era di connettività onnipresente, se da una parte crea nuove sfide, dall’altra crea anche enormi opportunità per raggiungere le persone, ovunque si trovino.

Web governance: diventare agenti del cambiamento

Consegnare un lavoro è semplice, creare del vero cambiamento è difficile. Per fare un lavoro sul web che abbia significato, dobbiamo educare i clienti sull’influenza che hanno i loro siti sul loro business e sui rischi legali, normativi, di bran e finanziari che corrono senza una forte web governance. Cerchiamo di capire perché la web governance è importante per noi come professionisti del web e come influenzare i clienti a pensare attentamente all’allineamento tra i propri siti web e la propria strategia di business.